Top

Violoncello barocco | Rebeca Ferri

img_8611_ferri15 agosto 14:15-17:30 
16, 17 agosto ore 9:30-12:45 e 14:15-17:30
18 agosto ore 9:30-12:45

Programma: il corso è pensato per strumentisti interessati al repertorio per violoncello, solistico e d’insieme, del XVII e XVIII secolo. I corsisti possono proporre composizioni del repertorio citato, a cui siano particolarmente interessati. Per i corsisti non dotati di strumento “barocco” è prevista la possibilità di usare almeno un arco barocco (eventualmente fornito dal docente), per poter approfondire (o cominciare a comprendere) i problemi esecutivi legati ad uno strumento con montatura più leggera e con corde di budello non rivestito.

Violoncello barocco | Rebeca Ferri
200 euro

50 euro quota di iscrizione

150 euro quota di frequenza

Corsisti minimo 4 – massimo 6

Frequenza gratuita al Laboratorio di Pratica Vocale

Scadenza Iscrizioni: 1 agosto 2018

img_8611_ferri

Nata a Roma nel 1976, si è diplomata in violoncello al Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma, nel 1998, con Maurizio Gambini. Ha studiato flauto dolce con Armando Carideo e Maria De Martini, perfezionandosi con Kees Boeke, Michael Schneider, Han Tol, John Tyson e Marcos Volonterio. Dal 1987 al 1995 – anno della Maturità alla “Deutsche Schule Rom” – si è classificata, con i due strumenti, sempre ai primi posti nei concorsi annuali internazionali “Jugend musiziert”. Nel 1995 ha iniziato lo studio del violoncello barocco con Anner Bylsma, Gerhart Darmstadt, Roel Dieltiens, Balazs Maté, Stefano Veggetti. Nello stesso tempo si è dedicata alla prassi esecutiva della musica da camera, partecipando ai corsi tenuti dal “Quartetto Borodin”, dalla “Joseph Martin Kraus-Gesellschaft”, da Jesper Christensen, da Reinhard Goebel e da Jordi Savall. Dal 2000 al 2002 è stata borsista della “Fondazione Yehudi Menuhin – Live Music Now” in Germania. Ha studiato, dal 1999 al 2003, con Jaap ter Linden, alla “Hochschule für Musik Würzburg”, dove si è diplomata in violoncello barocco. A giugno 2007, con Kristin von der Goltz, alla “Hochschule für Musik und Theater München”, ha conseguito, a pieni voti, la Meisterklasse in violoncello barocco. Fa parte degli ensemble: “Gli Incogniti”, “Academia Montis Regalis”, “L’Astrée”, “A Musicall Banquet”, “Ensemble Baroque du Léman”, “A l’Antica”, “Concerto Romano”, “Sogno Barocco”, “Soavi Affetti”, “Ensemble 1800”, “Accademia Ottoboni”, “Ensemble Arte Musica”, “Esterházy Hofkapelle”, “La Selva”, “Insieme Strumentale di Roma”, “Camerata Artemisia”. Collabora con: “Cappella Neapolitana”, “Freiburger Barockorchester”, “La Risonanza”, “Santo Spirito”, “Collegium Pro Musica”, “Accademia degli Invaghiti”, “Neue Hofkapelle München”, “La Venexiana”, “Main-Barockorchester”. E’ regolarmente invitata a tenere Corsi, Seminari e Masterclasses a Città del Messico (UNAM – Universidad Nacional Autonoma de Mexico), a Cagliari (Conservatorio: Dipartimento di Musica Antica), ad Ala (Società Filarmonica di Ala – Trento), a Rovigo (Rovigo Musica Antica), a L’Aquila (Istituzione Sinfonica Abruzzese). Nel 2016 e nel 2018 ha fatto parte della giuria che seleziona l’organico dell’Orchestra Giovanile dell’“Academia Montis Regalis”. Registra per OPUS 111, GLOSSA, SONY, DEUTSCHE HARMONIA MUNDI, CARUS, BRILLIANT, TACTUS, AMADEUS, ELOQUENTIA, DYNAMIC. Suona un violoncello di André Mehler (Leipzig, 2011) da Martinus Kaiser (Venezia, 1679) e un violoncello anonimo inglese dei primi anni del ’700.