Top

Masterclass | Venecie mundi splendor | B. Zanichelli, M. Pasotti

pasotti4Michele Pasotti è nato a Pavia nel 1977. Si è diplomato con il massimo dei voti in Liuto sotto la guida di Massimo Lonardi e ha studiato Composizione all’Istituto Pareggiato “F. Vittadini” della sua città.
Si è specializzato nella letteratura liutistica dell’età barocca e rinascimentale seguendo seminari di Hopkinson Smith e Paul O’Dette. Presso l’Accademia Internazionale della Musica di Milano si è poi perfezionato in Musica da camera del Barocco italiano con Laura Alvini e in Teoria e Contrappunto Rinascimentale con Diego Fratelli. Ha approfondito lo studio della prassi esecutiva tardo-medievale sotto la guida di Kees Boeke con un corso quadriennale presso la medesima scuola e di Pedro Memelsdorff alla Escola Superior de Musica de Catalunya di Barcellona. Presso l’Università di Roma “Tor Vergata” ha frequentato il corso di perfezionamento L’Ars Nova in Europa, diplomandosi con lode. Contemporaneamente agli studi musicali ha frequentato la facoltà di Filosofia all’Università di Pavia, dove si è laureato con lode. E’ stato redattore della rivista di filosofia Oltrecorrente diretta da Fulvio Papi.
Michele Pasotti svolge un’intensa attività seminariale in istituti di perfezionamento, conservatori, scuole e festival. A questi affianca conferenze di approfondimento musicologico o di divulgazione e introduzione a liuto, tiorba, chitarra barocca e alla musica antica.
Dal 2013 tiene un corso presso la Civica Scuola di Musica di Milano su L’ars Nova a Milano. Nel 2012 e 2013 è stato professore di Tiorba e Liuto presso i corsi estivi di Rovigo Musica Antica e di liuto e musica d’insieme presso il Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg”. Nel 2011 ha tenuto il seminario articolato in 4 giornate “Trecento. Un’introduzione all’Ars Nova italiana. Polifonia profana nell’Italia tardo medievale” (festival di musica antica Gaudete!).
Dal 2013/14 è titolare della cattedra di Liuto presso il Conservatorio “Maderna” di Cesena.
E’ direttore e fondatore de “la fonte musica”, ensemble specializzato nella musica tardo-medievale, di cui è uscito nel 2011 il primo progetto discografico “Le Ray au Soleyl. Musica alla corte pavese dei Visconti” per ORF/Alte Musik, votato Disco del Mese su Amadeus, 5 Diapason sull’omonima rivista, Supersonic Award su Pizzicato, Appoggiature d’or. E’ sempre più spesso invitato a dirigire cori polifonici o ensemble vocali.
Nell’ambito di concerti tenuti in molti Paesi europei, Cina, Corea e in Italia è stato diretto da Claudio Abbado, Giovanni Antonini, Diego Fasolis, Andrea Marcon, Monica Huggett, Nathalie Stutzmann, Barthold Kujiken, Corrado Rovaris, Andrea Molino, Carlo Boccadoro. Ha collaborato continuativamente con il conservatorio “L. Marenzio” di Brescia e si esibisce regolarmente con gli ensemble I Barocchisti, Il Giardino Armonico, Orfeo 55, Helsinki Baroque Orchestra, Capella Cracoviensis, Odhecaton, La Divina Armonia, La Magnifica Comunità, L’Arte dell’Arco, Ghislieri Consort, Il Canto di Orfeo, I Virtuosi Italiani, Il Rossignolo, gruppi con i quali ha ottenuto i più importanti riconoscimenti della critica internazionale (Diapason d’or de l’année, Grand Prix du disque de l’Académie Charles-Cros, 4 Diapason d’or, 2 Choc du Monde de la Musique, Editor’s Choice di Gramophone, Disco del Mese di Amadeus).
Ha collaborato con Orchestra Mozart, I Solisti della Scala, Kammerorchester Basel, Venice Baroque Orchestra, Orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova, Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia, Orchestra I Pomeriggi Musicali, Milano Classica, Accademia del Ricercare, Micrologus, Cantica Symphonia, Il Falcone, Cecilia Bartoli, Sara Mingardo, Ann Hallenberg, Vivica Genaux, Barbara Hannigan, Michael Chance, Roberta Invernizzi, Sonia Prina, Alda Caiello, Charles Daniels, Roberto Abbondanza, Christian Senn, Max Emanuel Cencic, Philippe Jaroussky, Mario Brunello, Giuliano Carmignola, Monica Huggett, Renaud Capuçon.
Nel 2012/13 si è esibito anche come Solista (Tiorba) nelle più importanti sale d’Europa insieme a Cecilia Bartoli e a i Barocchisti per il tour Mission. Nell’autunno 2008 è stato chiamato da Mario Brunello a suonare nel suo ensemble Brunello Baroque Experience, con cui ha affrontato una lunga tournée. Ha suonato la Tiorba nella prima assoluta dell’opera di Luca Mosca “Signor Goldoni” al Teatro “la Fenice” di Venezia. E’ stato ospite dei più importanti festival e prestigiose sale europee e italiane. Ha effettuato numerose registrazioni discografiche, radiofoniche e televisive (per Deutsche Grammophon, Decca, EMI/Virgin Classics, Naïve, Sony/Deutsche Harmonia Mundi, SWR, Glossa, ORF, Ricercar, Passacaille, Avie, Rai Radio 3, Rete 2 della Rsi, France 2, France Musique, Mezzo, Dynamic, Tactus, La Bottega Discantica, The Classic Voice, Amadeus) tra cui si ricorda il disco dedicato a Pergolesi con l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado pubblicato da Deutsche Grammophon.
Come solista (liuti, tiorba, chitarra barocca) ha un repertorio che va dal Medioevo al tardo Settecento (Francesco da Milano, Joan Ambrosio Dalza, John Dowland, J.H. Kapsberger, A. Piccinini, R. de Visée, G. Sanz, S. de Murcia, D. Kellner, S.L. Weiss e J.S. Bach sono tra gli autori che ha maggiormente eseguito dal vivo) e ha registrato un lavoro dedicato al grande chitarrista seicentesco Francesco Corbetta (Dynamic).

Barbara Zanichelli, nata a Parma, diplomata in Violino nel Conservatorio della stessa città e successivamente in Canto Performance e Canto Pedagogia, con lode, presso il Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano, sotto la guida di Luisa Castellani.
Si perfeziona con Cristina Miatello, Claudine Ansermet, Pedro Memelsdorff, Roberto Gini, Anatoli Goussev, Luciana Serra, Sherman Lowe, Sergio Bertocchi. Vincitrice e finalista di concorsi internazionali come il “Luca Marenzio” 1999 e il Nicati 2009 di Berna, dedicato a solisti di musica contemporanea.CROPPED-IMG_0018
Svolge intensa attività concertistica sia in veste di solista che in ensemble, come interprete del repertorio antico e contemporaneo in importanti sale e festival internazionali tra cui Abbaye de Rouyemont, Cité de la Musique-Paris, Festival de Ribeauvillé, Festival de Saintes, Tage Alter Musik in Herne, Alter Musik Konzerthaus Berlin, Erfurt-Festival Güldener Herbst, Schwäbisch Gmünd-Festival Europäische Kirchenmusik, musikFabrik Köln, Dortmund Konzerthaus, Wiener Musikverein, Festival Resonanzen-Wiener Konzerthaus, Innsbruck Festwochen der Alten Musik, Graz-Steiriches Kammermusik Festival, Musikwochen Millstatt, London South Bank Centre, Festival van vlaanderen in Antwerpen-Utrecht-Bruge, Bruxelles-Kaaitheater, Rotterdam-de Doelen, Ginevra-Stagione dell’Ensemble Contrechamps, Basel-Freunde alter Musik, Festival de Musiques Sacrées Fribourg, Berner Studiokonzerte DRS2, Valencia- Ciclo de Música  Antigua, Sociedad Filarmónica de Bilbao, Barcelona-Festival Música Antigua , Festival de Música Antigua de Sevilla in Spain, C.Gulbenkian Foundation, tournée in Usa, Russia, Latvia, Columbia, Brasile.
Ha cantato sotto la direzione di K.Stockhausen, T.Fisher, A.Richard, G.Bernasconi, R.H.Platz, M.W.Chung, P.Memelsdorff, B.Kujken, P.Németh, L.Pianca, O.Dantone, E.Gatti, V.Parisi, Ensemble Contrechamps, M.Wendenberg, P. da Col, A. De Marchi, C.Cavina, G.Capuano tra gli altri; interpretando anche partiture in prima esecuzione assoluta di compositori come K.Stockhausen, F.Hoch, G.Bryars, L.Kupper, S.Gervasoni, M.Pagliarani, W.Blank, M.Stedron, N.Bolens, W.Merz, approfondendole con gli autori stessi. In particolare, ha eseguito una prima mondiale di K.Stockhausen, ERSTE STUNDE-HIMMELFAHRT, per soprano, tenore e organo, con il compositore stesso alla regia del suono, nel Duomo di Milano.
Il suo grande interesse per il repertorio medievale, dal Canto Gregoriano all’Ars Nova, la porta da diversi anni a collaborare con musicisti che si dedicano a questo repertorio, primo fra tutti l’ensemble Mala Punica, diretto da Pedro Memelsdorff, attivo a livello internazionale ed importante interprete dell’Ars Subtilior e L’Ensemble Tasto Solo di Toulouse; ad approfondirne lo studio seguendo dal 2005 i corsi di Semiologia e Canto Gregoriano tenuti a Cremona da N.Albarosa, J.B.Göschl, G.Conti e il Corso di Perfezionamento “L’Ars Nova in Europa” presso l’Università Tor Vergata di Roma, diplomandosi con lode nel settembre 2008; inoltre a fondare e dirigere il gruppo vocale femminile STUDIUM che si propone di affrontare il repertorio medievale, dal gregoriano classico alla prima polifonia.
Molto attiva anche nell’ambito dell’insegnamento del canto, ha tenuto lezioni di perfezionamento vocale-stilistico barocco presso i Conservatori di Potenza e Reggio Calabria, ai corsi di Musica antica di Gijon e di Albarracin Spagna (canto medievale-Ars Subtilior), al 41° Festival Internacional de Inverno de Campos do Jordao, Brasile, presso l’Accademia Musicale Torinese, come pure ai corsi d’aggiornamento organizzati dalla provincia di Firenze e presso associazioni corali professionali, quale l’Accademia del Coro Maghini di Torino.
Dal 2007 è docente di canto oltre che assistente di Luisa Castellani presso il Conservatorio della Svizzera Italiana, dove tiene anche vari seminari tra cui: “Musica Vocale Barocca”, “Introduzione alla Polifonia per cantanti” e “Fonetica italiana”.
Ha partecipato a dirette radiofoniche italiane ed europee e ha registrato per varie case discografiche tra cui ERATO, ARCANA, CHANDOS, VIRGIN, GLOSSA, STOCKHAUSEN-VERLAG, NAIVE, AEON. TACTUS, PAVANE, ARTS, BONGIOVANNI, PHONÈ.

Masterclass | Venice mundi splendor | Barbara Zanichelli, Michele Pasotti

Sab 2 Dom 3 Lun 4 Mart 5 Merc 6 Gio 7 Ven 8 Sab 9 Dom 10
9.30-12.45 L L L
14.15-18.45 L L L

L= Lezione dei docenti MdI= Musica d’Insieme

Johannes Ciconia è uno dei giganti della polifonia europea, protagonista della stagione sperimentale ed eccitante che segna il passaggio tra l’Ars Nova e il nuovo stile del XV secolo. La masterclass, articolata in tre giornate, si rivolge a tutti coloro – musicisti “prattici” e non – che abbiano interesse ad approfondire la conoscenza dell’universo dell’Ars Nova, collocandola all’interno di un quadro storico-musicale e analitico in cui la rivoluzione mensurale sia compresa a partire dall’analisi dei brani e delle tecniche compositive. Il centro del corso sarà infatti l’analisi dei brani, sia per riconoscere le linee dello stile, sia per costruire un’interpretazione il più possibile informata dai manoscritti. Le ricostruzioni biografiche, stilistiche, storiche si alterneranno al lavoro sulle fonti, la notazione, l’analisi dei brani e la loro esecuzione.

La masterclass è destinata dunque a coloro che intendano partecipare attivamente come interpreti (cantanti, organisti, arpisti, liutisti, viellisti, flautisti, altri strumenti in uso all’epoca), a coloro che sono interessati principalmente all’analisi (compositori, a esempio, o studiosi di contrappunto storico) e anche a coloro che vogliano semplicemente assistere come uditori. Barbara Zanichelli si occuperà della vocalità necessaria per interpretare la polifonia arsnovistica, Michele Pasotti della parte teorico-analitica e della pratica d’insieme strumentale.

Masterclass | Venecie mundi splendor
200 euro

50 euro iscrizione

150 euro frequenza

Possibilità di frequentare Pratica Vocale con quota di frequenza ridotta a 30 euro

Scadenza Iscrizioni: 15 Luglio