Top

Laboratorio 2 | Musica da camera | Scavazza, Erdas

Repertorio per ensemble vocale e/o strumentale del XVII e XVIII secolo, con particolare riferimento alla scuola italiana del tardo Seicento. Durante le lezioni saranno utilizzati materiali proposti dai corsisti e dai docenti, scelti in base al livello dei corsiti e alla conformazione degli organici che si potranno costituire in loco. Parte del materiale musicale studiato sarà poi utilizzato nei concerti dei corsisti.

Laboratorio 2| Musica da Camera | Scavazza, Erdas
Frequenza Gratuita

Frequenza Gratuita per Corsisti attivi di canto e strumento.
Scadenza Iscrizioni: 31 Luglio 2015

ORARIO | MUSICA DA CAMERA | SCAVAZZA, ERDAS | Agosto 2015

Sab 22 Dom 23 Lun 24 Mart 25 Merc 26 Gio 27 Ven 28 Sab 29
9.30-12.45 MdC
14.15-17.30
17.45-19.15 MdC MdC MdC

L= Lezione del docente MdC= Musica da Camera MdI= Musica d’Insieme

Scadenza Iscrizioni: 31 Luglio 2015

MarcoScavazzaAvvicinatosi allo studio musicale giovanissimo, ha completato gli studi presso il Conservatorio Statale di Musica “Francesco Venezze” di Rovigo, diplomandosi in Corno francese, Canto lirico e frequentando il Corso di Accordatura e Riparazione di strumenti a tastiera. In seguito ha proseguito l’approfondimento musicale conseguendo, con il massimo dei voti, il Diploma di Musica Vocale da Camera sotto la guida del M° Erik Battaglia. Ha, da subito, indirizzato il suo interesse musicale e professionale verso lo studio della vocalità e della prassi esecutiva della Musica Antica. Collabora, in modo continuativo, con direttori di chiara fama impegnati nell’esecuzione del repertorio rinascimentale e barocco tra i quali Jordi Savall, Andrew Lawrence King, Kees Boeke, Sigisvald e Bartold Kuijken, Claudio Abbado, Rinaldo Alessandrini, Diego Fasolis, Fabio Biondi. Ha canto nei più importanti Festival italiani ed esteri tra cui il Festival di Musica Antica del Teatro Olimpico di Vicenza, Festival Barocco di Viterbo, Musica e poesia a San Maurizio, Festival Monteverdiano di Cremona, Festival dei Saraceni di Mondovì, Festival di Cordoba, Mùsica de los Siglos de Oro di Madrid, Festival de Musique Ancienne de Ribeauville , Festival di Utrecht, Boston Early Music Festival, Connections musicians & poets (Chicago), Auditorio de la Musica di Città del Messico, Festival Cité de la Musique nella Salle Pleyel di Parigi, a Cracovia per il Festival Misteria Paschalia, Recontres de Musique Médiévale du Thoronet, Festival transfrontalier Alsace/Palatinat Voix et Route Romane, Festival de Toulouse, Festival Baroque de Pontoise, Festival de Ambronay, Festival van Vlaanderen (Anversa). Nel luglio-agosto 2006 ha debuttato nel ruolo di Masetto, nel Don Giovanni di W A Mozart, con l’orchestra La Petite Bande diretta dal M° Sigisvald Kuijken a Beaune e alla Concertzaal del Concertgebouw in Brugge. Nel 2008 ha interpretato Giove, Evagora e Primo Marinaio ne “La Virtù degli Strali d’Amore” di Francesco Cavalli, opera inedita rappresentata al Teatro Malibran di Venezia nella stagione lirica della Fenice, sotto la direzione del M° Fabio Biondi Nel Settembre 2009 ha debuttato nel ruolo di Partore e Spirito nell’ “Orfeo” di Claudio Monteverdi rappresentato al Teatro alla Scala sotto la regia di Robert Wilson, diretto dal M° Rinaldo Alessandrini.Può vantare una vasta produzione discografica della quale si citano i seguenti titoli: L’Orfeo di Monteverdi (NaÏve – Rinaldo Alessandrini e Concerto Italiano), Vespri per l’Assunzione di Maria Vergine di A. Vivaldi (NaÏve – Alessandrini e Concerto Italiano), Il Vespro della Beata Vergine di C. Monteverdi (Challenge Classics – Sigiswald Kuijken e La Petite Bande). Con Cantica Symphonia (diretto da Giuseppe Maletto) ha ottenuto cinque Diapason d’Or consecutivi tra i quali si ricorda : Guillame Dufay, Quadrivium, DIAPASON D’OR DE L’ANNÈE Francia 2005 sezione MUSICA ANTICA e CHOC DE LE MONDE DE LA MUSIQUE 2005 e Messes L’Homme armé di Antoine Busnois (Glossa 2008) Diapason d’Or Janvier 2010. Il CD Prophetiae Sibyllarum di Orlando di Lasso (Ensemble De Labyrintho direttore Walter Testolin, Stradivarius) è risultato vincitore del Premio Amadeus 2008. Dotato di una versatile vocalità, affronta volentieri il repertorio contemporaneo. Ha inciso per Tactus la Passione secondo Marco di Claudio Ambrosini ed il DVD Mister Me del compositore Luca Mosca per le Edizioni L’Unità. E’ uno dei soci fondatori dell’Associazione musicale Consortium Carissimi,associazione impegnata nella trascrizione, incisione e divulgazione della produzione musicale della Scuola Romana. Dal 1998 è il maestro vocalista del Coro Polifonico Città di Rovigo. Recentemente ha fondato la Nuova Accademia degli Addormentati, ensemble vocale da camera che raccoglie le voci più giovani del Polifonico Città di Rovigo e a cui Marco si dedica con grande energia.
foto paola-GR-colori

Nata in Sardegna, Paola Erdas inizia a interessarsi prestissimo al clavicembalo, affascinata dal repertorio antico ma anche dalla meravigliosa sensazione che suonare la “tastiera pizzicata” dava alla sue mani e al suo cuore. Si forma con Diana Petech che la porta al diploma conseguito a Venezia e con Kenneth Gilbert al Mozarteum di Salisburgo.
Nel 1996, assieme a Lorenzo Cavasanti, fonda lo JANAS ensemble. A capo del gruppo, Paola propone al pubblico spettacoli creati pensando a una ricostruzione storica nel senso più ampio del termine.
Particolarmente interessata alle origini del repertorio, Paola supporta la sua attività di esecutrice con approfonditi studi musicologici pubblicando per la casa editrice Ut Orpheus.
I suoi CD solistici hanno sempre ricevuto ampi consensi dalla critica internazionale e sono stati registrati su preziosi strumenti storici per meglio avvicinarsi all’ideale sonoro che fa di Paola una cembalista di particolare raffinatezza.
Nel 2010, a cinquecento anni dalla nascita di Cabezon, esce il CD La Tecla de l’Alma (Arcana) e il volume Obras de Musica.
Dal 2006 Paola collabora con Rolf Lislevand approfondendo il repertorio per liuto e cembalo.
Dal 2008, con Shyamal Maitra, esplora le possibilità timbriche del clavicembalo e dei tabla nei progetto “A Night in Goa” e “Musa Indiana”, focalizzato sulla musica indiana e iberica.
Dal 2015 inizia una collaborazione con la specialista di musica medievale Claudia Caffagni incentrato sulla figura della scrittrice Cristina da Pizzano.
Paola insegna nei Conservatori di Messina e Trieste.

[/tab]