Top

Chi siamo

Logo CDM - RMA

“Il Canto delle Muse – Rovigo Musica Antica”, associazione culturale senza fini di lucro con sede in Rovigo (Italia), si prefigge di promuovere, anche attraverso l’ausilio di collaboratori di riconosciuta alta professionalità in campo musicale e culturale, attività di carattere artistico-musicale presso Amministrazioni Pubbliche ed Enti o soggetti privati, al fine di divulgare la conoscenza e la pratica della musica dei secoli XVI, XVII e XVIII. Tali attività possono consistere nell’organizzazione di Corsi, Masterclass, Stage, Scuole e Laboratori Musicali, Concerti, Rassegne concertistiche, allestimenti di Opere liriche ed eventi culturali, oltre alla produzione di materiale documentario sia cartaceo (trascrizioni musicali, atti di conferenze, studi musicologici) sia elettronico (cd, dvd e altre tecnologie future). Dette attività hanno inoltre lo scopo di portare alla riscoperta e divulgazione di opere poco o mai eseguite in tempi moderni e di formare e valorizzare giovani musicisti e professionalità locali, nell’ottica della valorizzazione, ove sia possibile, dei territori nei quali prendono forma i progetti proposti.

L’Associazione raccoglie in sé e sviluppa autonomamente anche le esperienze di associazioni quali l’Associazione Polifonico Città di Rovigo (Rovigo), l’Associazione La Pifarescha (Arezzo), l’Associazione Consortium Carissimi (Roma / USA), l’Associazione De labyrintho (Vicenza) e l’Associazione Collegium Musicum “Antonio Burlini” (Rovigo).

Dal 2010 ad oggi l’associazione ha promosso sette progetti sulla musica antica incentratisi sul repertorio sacro, profano e strumentale di Claudio Monteverdi (rispettivamente MilleSeicentoDieci e Aspettando Orfeo), sulla produzione romana da Palestrina all’opera barocca al tempo di Bernini (Rovigo Musica Antica 2012 – Alla riva del Tebro), sulla produzione musicale romana del tardo Seicento e dei primi decenni del Settecento (Rovigo Musica Antica 2013 – Et in Arcadia ego) e sulla produzione musicale veneziana del tardo Cinquecento e del primo Seicento (Rovigo Musica Antica 2014 – La Sposa del mare), sulla produzione veneziana e napoletana della seconda metà del XVII secolo (Rovigo Musica Antica 2015 – Venetia me genuit) e sulla produzione di Claudio Monteverdi e della scuola veneta coeva (Rovigo Musica Antica 2017 – Monteverdi e dintorni), quest’ultimo nella nuova sede di Badia Polesine (RO), con corsi musicali che hanno visto la partecipazione di oltre 350 persone tra corsisti, docenti e collaboratori, parallelamente ai quali sono stati proposti sette festival di musica antica, per un totale di 67 eventi (concerti e conferenze), manifestazioni che hanno interessato luoghi d’arte storici e chiese monumentali in diverse località della Provincia di Rovigo ed hanno impegnato complessivamente più di 300 esecutori.

Nel settembre del 2012 un complesso vocale e strumentale formato da corsisti e docenti dei corsi ha inaugurato il festival internazionale “Wunderkammer” di Trieste con un concerto dedicato alla produzione sacra di Giacomo Carissimi, concerto trasmesso integralmente da Rai Radio3 nel mese di ottobre 2012. Nell’ottobre 2013 l’associazione ha collaborato con la Regione del Veneto ed il Comune di Rovigo nella realizzazione della mostra sugli strumenti antichi “Teathrum Instrumentorum” ideata per far conoscere gli strumenti musicali del medioevo e del rinascimento. Nell’ottobre del 2017 l’ensemble “Il Canto delle Muse”, formato da docenti e corsisti, ha proposto un programma dedicato a Claudio Monteverdi (nel 450° anniversario della nascita), proponendo una versione particolare del suo “Combattimento”, programma che sarà proposto in diversi centri italiani nel 2018, con la collaborazione di sempre diversi corsisti nei ruoli vocali.

L’attività didattica e concertistica sin qui promossa ha goduto del sostegno della Regione del Veneto, della Provincia e del Comune di Rovigo, del Comune, della Pro Loco e della Parrocchia di Badia Polesine, della Fondazione Rovigo Cultura e della Fondazione Banca del Monte di Rovigo, ed è stata patrocinata  da autorevoli enti preposti alla promozione culturale e musicale (Conservatorio di Musica “F. Venezze” di Rovigo, Teatro Sociale di Rovigo, Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo, Ente Rovigo Festival, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Fondazione Internazionale “Guido d’Arezzo, Fondazione Internazionale “Giovanni Pierluigi da Palestrina”, Associazione “Polifonico Città di Rovigo”).
Oltre i confini nazionali l’attività de “Il Canto delle Muse – Rovigo Musica Antica” è stata sostenuta da Radio – TV Capodistria (Slovenia) che ha seguito le diverse proposte realizzando numerose trasmissioni radiofoniche (2010, 2011, 2013, 2014) ed un documentario video (nel 2012, trasmesso nel mese di marzo 2013), dall’Institute for Advanced Study – University of Minnesota (USA) e dal Music Department of St. Olaf College in Northfield (Minnesota – USA).