Top

RMA 2014 | La Sposa del mare

Rovigo 2-10 Agosto

 


Una città nata dal mare, quasi una materializzazione urbanistica del regno marino. Sorta per fuggire alle scorrerie barbare su un pugno di isolotti dentro la laguna veneta, Venezia nacque come una nuova Roma, un estremo tentativo di salvare e rinnovare la civiltà greco-latina che si temeva potesse essere travolta dagli eventi della Storia. Indissolubilmente legata al mare e poi di esso dominatrice, la città decise di darglisi in sposa. La festa dello Sposalizio del mare fu per secoli il principale evento della Repubblica Serenissima. Per la loro quinta edizione i corsi di Rovigo Musica Antica approdano alle rive di casa con un programma che inizia a esplorare l’enorme impulso che Venezia e la terra veneta hanno dato alla musica.
RMA 2014 vuole essere una vera festa della Voce.

L’intero programma didattico sarà concentrato sul repertorio vocale e con classi di canto rinascimentale e barocco, una classe riservata agli ensemble vocali, la classe di pratica vocale, che affronterà alcuni grandi capolavori della letteratura corale del primo barocco e una masterclass dedicata all’arte della fioritura vocale nel repertorio tardo rinascimentale. Anche le due classi strumentali (organo/cembalo e tiorba) saranno legate alla pratica del basso continuo in accompagnamento alle voci e lavoreranno in stretto contatto con le classi vocali.

Quest’anno i corsi allargheranno inoltre i loro orizzonti musicali, ospitando una masterclass di musica medievale tenuta da due dei più autorevoli esecutori italiani, Michele Pasotti per la parte teorica e strumentale e Barbara Zanichelli per la parte vocale, che studierà l’opera del grande compositore fiammingo Johannes Ciconia, attivo soprattutto nella fiorente Padova del Trecento.

RMA 2014 introdurrà anche un laboratorio di trascrizione tenuto da Renzo Bez tra i più ricercati trascrittori europei del repertorio operistico barocco, che affronterà la disciplina della trascrizione dalle radici (ricerca e reperimento delle fonti) fino alla stampa in caratteri moderni.
Verrà anche riproposta l’interessante particolarità delle Conferenze, dedicate al primo libro musicale a stampa, il celebre Odhecaton, raccolta di musiche profane che Ottaviano Petrucci pubblicò a Venezia nel 1501 e all’Atalanta Fugiens, esoterica opera di Michael Maier, pubblicata nel 1617, vero e proprio trattato di alchimia in musica.

Il Festival RMA 2014 sarà una vera festa delle voci e tutti i concerti saranno dedicati al repertorio vocale, in special modo veneto. Uno speciale appuntamento sarà quello dedicato alla musica di Antonio Burlini, monaco olivetano rodigino attivo presso il monastero di S. Bartolomeo, che tra l’altro sarà tra le sedi principali di RMA 2014, del quale verranno eseguite le Lamentazioni di Geremia. Particolari anche il concerto che affiancherà la mostra dedicata al ceramista rinascimentale Francesco Xanto Avelli, nonché i due concerti che faranno da colonna sonora alle due conferenze. Il Festival terminerà il 10 agosto, nell’ormai consueta sede del Tempio della Beata Vergine del Soccorso (Rotonda), con un programma corale dedicato a tre grandi capolavori di Claudio Monteverdi, ovvero la Missa In illo tempore, le Litanie della Beata Vergine ed il Magnificat Secondo dal Vespro del 1610.